Crea sito

Burioni si vaccina, i negazionovax: «È soluzione fisiologica»

Burioni si vaccina, i negazionovax:   «È soluzione fisiologica»

Roberto Burioni posta una foto mentre si vaccina contro il COVID, ma i negazionovax si sentono presi in giro: «Non è vero, è soluzione fisiologica!»

Che Roberto Burioni sia il nemico per eccellenza dei negazionovax non è una novità e di certo non fa notizia. La notizia, invece, è che il prof. è nuovamente stato attaccato da chi della pandemia e del vaccino non ne vuole proprio sapere. Eppure le notizie corrono veloci e l’informazione ormai è libera a tutti. Trovare risposte attendibili non è impossibile, ma i negazionovax non prendono in considerazione la possibilità di informarsi, poiché secondo loro è tutto manipolato. Ignoranza, pigrizia o menefreghismo. Tutto può essere. Così con l’arroganza di chi «sa di sapere», la peggio gioventù si è accanita contro Burioni, colpevole di aver postato una foto mentre si vaccina.

Ad arricchire questa kermesse del disagio c’è l’idea di battersi per un fine nobile, immedesimandosi in una sorta di partigiano al contrario. Per cui invece di sfruttare quella che di più democratico c’è nel nostro Paese — l’informazione —, i negazionovax sono convinti di combattere una guerra contro una fantomatica «dittatura». Le macellerie messicane dell’intelligenza sono i soliti gruppi Facebook, che preferiamo non citare per evitare ai nostri lettori l’odore pungente del diserbante per cervelli.

burioni si vaccina
Alcuni commenti estrapolati da gruppi complottisti

Nel leggere questi commenti appare evidente, oltre alla volgarità, come l’analfabetismo funzionale prevalga sul criterio più che sulla scienza. Persone che senza uno straccio di conoscenze mediche parlano di soluzione fisiologica, di aghi retrattili e acqua distillata. In questi casi non si parla di distorsione cognitiva, sopravvalutando i propri limiti, bensì di affermazioni fatte in cattiva fede. Affermare che Burioni non si stia vaccinando, ma bensì sia solo propaganda, dimostra un pericoloso distacco dalla realtà. A preoccupare non è tanto l’accanimento contro il prof. — ormai è “vaccinato” contro il virus dell’idiozia —, ma la consapevolezza che contro i negazionovax non esiste alcun vaccino.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: