Crea sito

Chi è il dott. Massimo Citro

Chi è il dott. Massimo Citro

Esperto di Terapia Mora, insegnante di Medicina Asklepiade, professore della “memoria” dell’acqua e docente di Geopatia. Diplomarsi in fuffa costa 1.850€. Ecco chi è il dott. Massimo Citro

Scrivere di chi nega una disgrazia è sempre difficile, soprattutto se chi la disconosce è un uomo di scienza. Purtroppo non è più una novità. Negli ultimi mesi, difatti, abbiamo avuto modo di conoscere alcuni medici proporre fiduciosi delle cure alternative. Chi lo ha fatto per zelo, chi per incompetenza e chi per dei bias sconosciuti persino allo stesso Ippocrate. Fatto sta che uno tra questi è il dott. Massimo Citro, 64enne, veronese di nascita e torinese di adozione.

Le dichiarazioni

Non c’è da stupirsi se anche lui ha voluto dire la sua, e così riguardo il Covid si è espresso dicendo che: «è la più grande farsa della storia». Continuando con: «ordini superiori, al Comitato tecnico scientifico volevano i morti!». La morale messianica del dott. Citro ha fatto intendere ai suoi sostenitori di non aver perso lo smalto di un tempo, e tra frasi rubate al complottismo più farneticante su Libero ha affermato che:

Il punto è che lo Stato ha fatto credere alla gente che fosse qualcosa peggio della peste del Manzoni. Quello che ha vissuto la gente è il terrore che li ha portati a pensare che infettarsi fosse sempre rischioso o mortale.

Citazione del dott. Massimo Citro, su Libero

Questo video è solo un antipasto di ciò che vedremo in seguito, affinché si possa focalizzare meglio chi è il dott. Massimo Citro. Per lui questa pandemia, come per altri scienziati poco conosciuti o addirittura ignorati, è stata un trampolino di lancio ideale per mettersi in mostra. Chiunque ha potuto auto referenziarsi, tra farneticanti applausi nelle piazze al grido di «libertà, libertà!».

Approfittando di questo palcoscenico mediatico, il dott. Citro ha potuto mettere in mostra il suo lavoro di medico «alternativo», vicino al popolo e distante dal potere. Così, per accattivarsi le simpatie dei negazionisti, tra fuffa, cinismo e ricerca di fama per dimostrare ai colleghi il proprio fuoco sacro, è uscito con dichiarazioni di chi della scienza ne fa un’opinione.

La Terapia Mora: teletrasporto omeopatico

Non si può parlare del dott. Massimo Citro, senza prima citare la Terapia Mora: una rivoluzionaria tecnica che, secondo il medico, curerebbe molteplici disturbi. Per questa tecnica si utilizza un apparecchio elettronico, ideato dal medico Franz Morell e dall’ingegnere Erich Rasche. Grazie alla Terapia Mora verrebbero stimolate le zone epidermiche collocate sui meridiani. In questi «tragitti energetici» — sempre secondo il dott. Massimo Citro — circola l’energia vitale.

Per cui attraverso la stimolazione di questi specifici punti è possibile ripristinare lo stato di salute del paziente grazie a questi «farmaci digitali». In questo modo è possibile attuare il Trasferimento Farmacologico Frequenziale, cioè un metodo che consente di trasferire a un sistema vivente, attraverso circuiti elettronici, le proprietà farmacologiche di molte sostanze. In poche parole: evitando i farmaci si trasmettono informazioni alle cellule che di conseguenza reagiscono alle frequenze come farebbe un farmaco. Ovvero un teletrasporto omeopatico.

Le frequenze elettromagnetiche del cibo

Che qualcuno di noi abbia delle allergie è normale, ma per il dott. Massimo Citro non è esattamente così. Nel suo libro, ad esempio, spiega che anche una semplice allergia alle graminacee è causata da un’alimentazione sbagliata. Il che non è completamente errato, visto che cibi ricchi di istamina possono provocare una crisi respiratoria a soggetti già allergici.

Tuttavia l’alimentazione non è la causa scatenante dell’allergia e non la fa venire a chiunque. Bensì può accentuare i sintomi se i cibi assunti contengono una “parentela botanica” con l’elemento scatenante l’allergia (cioè il polline). Come detto sopra, però, questo si verifica solo nei soggetti già predisposti. Il metodo Citro, in buona sostanza, effettua dei test per risonanza, basandosi sulla relazione tra le frequenze elettromagnetiche emesse dagli alimenti e quelle del corpo umano.

La memoria dell’acqua: «ti amo» e «ti odio»

dott. Massimo Citro
22 aprile 2012, il dott. Massimo Citro durante la lezione sulla memoria dell’acqua, al Templaria Veosfest

Il dott. Massimo Citro è anche un fervido sostenitore della “memoria” dell’acqua. Una Scienza dell’invisibile la quale — secondo Masaru Emoto, avvallata dallo stesso Citro — è una nuova disciplina scientifica contemporanea. Cioè: «tutto quel che esiste al di fuori della nostra percezione è una nuova scienza, non magia o superstizione». Come ad esempio la cristallizzazione dell’acqua, fornendo a questa informazioni attraverso suoni, emozioni e parole affinché l’acqua memorizzi gli stati d’animo.

L’acqua ghiaccia in bellissimi cristalli se in presenza di energia emozionale positiva oppure, crea strutture spiacevoli in presenza di energia emozionale negativa. Alcuni di questi esperimenti sono avvenuti su acqua racchiusa in contenitori sui quali sono state scritte frasi come “Ti amo” o “Ti odio”

Citazione di Masaru Emoto

Sostenitore del metodo Geerd Hamer

Come se non bastasse, il dott. Massimo Citro è anche un sostenitore del metodo Geerd Hamer. Per chi non lo conoscesse, Geerd Hamer fu un medico antisemita, radiato dall’albo nel 1986 e morto nel 2017. Una sorta di pazzoide con “licenza di uccidere”, visto i numerosi morti a causa dei suoi inefficienti metodi pseudoscientifici per curare il cancro. Qui il programma del corso di Medicina Umanistica, in cui Citro si ispira ad Hamer nel corso di psicomatica. E qui sotto, giusto per farci un’idea del personaggio, riportiamo una delle tante frasi di Hamer:

Io non credo neanche all’olocausto, per lo meno non nel modo in cui ce l’hanno raccontato, e, in questo, non sono ovviamente l’unico. Non credo neppure che l’uomo sia sbarcato sulla Luna, o peggio che le Twin Towers siano state abbattute dagli arabi: su questo, poi, ormai quasi nessuno ci crede più.

Citazione di Geerd Hamer, del 2006

I corsi,

dott. Massimo Citro

Insomma, le ipotesi formulate dal dott. Massimo Citro riguardo il Covid sono solo la punta dell’iceberg. Basti pensare alle lezioni di fuffa che impartisce ai suoi accoliti, come docente della libera università popolare Mediterranea. Il costo per 16 lezioni, è di 1.850 euro. Le materie spaziano dalla Medicina Asklepiade al Principio di Non Località, dalla Fisica dell’Acqua alla Radionica. Si studia persino la Geopatia, la Psicomatica e le Foci dentari, oltre alle Radiazioni Mitogenetiche e Biofotoniche. Una somma notevole — 1.850 euro — per un attestato di cialtronaggine, non c’è che dire. A questo punto, fossimo in un’aula di tribunale, non ci rimarrebbe che dire: «vostro onore, non abbiamo altro da aggiungere».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: