Aggressioni no vax, l’intolleranza di chi grida alla «dittatura»

Aggressioni no vax, l’intolleranza di chi grida alla «dittatura»

Sono sempre più frequenti le violenze no vax e no green pass contro i vaccinati. Da maggio a novembre 2021 le aggressioni denunciate sono una quindicina. Intolleranza no vax e intimidazioni. Tra loro esponenti di estrema destra

Dell’intolleranza no vax e della pericolosità della mala informazione ne avevamo già scritto circa un anno fa. Da chi assaltava le ambulanze sino agli attentati no vax, contro hub vaccinali e centri istituzionali. Con il passare del tempo, però, le cose non sono migliorate. Anzi. Con l’entrata in vigore del green pass gli anti vaccinisti, l’estrema destra e chi si sente «costituzionalista per un giorno», sono passati alle maniere forti. Un po’ come succede nei falli di frustrazione, nello sport di squadra.

A farne le spese sono non sono solo giornalisti o personale sanitario, ma persino le persone comuni o i ristoratori, colpevoli di sostenere una cospirazione governativa a discapito del popolo. Per dimostrare che l’intolleranza no vax e quella dei no pass sovente sfocia in violenza (non sempre verbale), ci sembra giusto elencare alcune vergognose aggressioni. Soprattutto quelle compiute sulle donne da parte di fiacchi buttafuori affetti dalla sindrome da spogliatoio, cresciuti tra disagio e frustrazione.

15 maggio 2021: inizia l’intolleranza no vax

È metà maggio quando a Trieste, una delle roccaforti no vax, un giovane viene aggredito da cinque manifestanti solo per aver espresso il proprio pensiero riguardo i vaccini. Il ragazzo, sentito dai cinque squadristi no vax, è stato picchiato.

27 giugno 2021: aggredito coordinatore infermieristico

Siamo a Bologna, in una hub vaccinale. Una ragazza entrano all’interno della tensostruttura per farsi vaccinare, ma durante l’anamnesi all’interno della hub entra un uomo il quale inizia a strattonare l’amica per non farla vaccinare. Infine, tra urla farneticanti, il no vax aggredisce un coordinatore infermieristico con pugni e minacce di morte.

25 luglio 2021: spinte, insulti e videocamera rotta a Saverio Tommasi

intolleranza no vax

Durante una manifestazione no vax, il giornalista Saverio Tommasi, di “Fanpage”, viene aggredito verbalmente, strattonato, pugni sulla schiena e danni alla videocamera, fatta volare intenzionalmente. Al grido di: «Giornalista terrorista», Tommasi è stato ripetutamente preso a calci nelle caviglie in modo tale che le telecamere non filmassero l’aggressione.

31 luglio 2021: no vax aggredisce poliziotti

Questa volta siamo a Gorizia. Una fervida manifestante no vax di “Consenso Disinformato”, con precedenti penali, dopo aver cercato di deviare il corteo sotto al Comune per aver maggior visibilità viene fermata dai poliziotti. Dopo essersi rifiutata di fornire le generalità, la 65enne aggredisce i poliziotti.

28 agosto 2021: strattoni e insulti ad Antonella Alba della Rai

Ad essere spinta e insultata questa volta è la giornalista Rai, Antonella Alba. La sua colpa è stata quella di chiedere alcuni pensieri ai manifestanti. Immediatamente un gruppetto l’ha accerchiata e dopo averla chiamata «Terrorista» hanno iniziato a strattonarla.

29 agosto 2021: grave intolleranza no vax, pugni in faccia a Giovannetti

intolleranza no vax

Pugni in faccia, poi la minaccia: «Ti taglio la gola». Ad accanirsi contro Francesco Giovannetti, giornalista de “La Repubblica”, sono dei no pass. Mentre stava facendo delle domande ad alcuni manifestanti, un uomo dopo avergli mimato di tagliargli la gola colpisce Giovannetti con 4 pugni in faccia.

30 agosto 2021: aggressione verbale al virologo Bassetti

A farne le spese questa volta non è un giornalista, bensì il virologo Matteo Bassetti. Al medico va meglio dei precedenti racconti, dal momento che il no vax lo aggredisce solo verbalmente, sotto casa, al grido: «I vaccini fatteli tu, ti ammazzo!»

14 settembre 2021: l’intolleranza no vax si scaglia contro controllore donna dell’aeroporto

Un addetta al controllo dei green pass ai viaggiatori, all’aeroporto Ronchi dei Legionari di Udine, è stata aggredita da una no pass. Anche in questo caso, la colpa della controllore è stato quello di chiedere il certificato verde a un uomo il quale si è scagliato contro la donna.

24 settembre 2021: atti vandalici all’auto dell’avv. Gianni Baldini

intolleranza no vax

L’intolleranza no vax questa volta ha preso di mira l’avvocato Gianni Baldini, giudicato colpevole di difendere il diritto al vaccino per i minori. L’atto vandalico, compiuto dai no pass e no vax, si è consumato rigando l’auto dell’avvocato.

2 ottobre 2021: studente spinto con le mani al collo, durante una manifestazione no vax

Durante una manifestazione no vax a Pisa, Enrico Bruni-Cagianelli, uno studente di 22 anni è stato spintonato con le mani sul collo da due manifestanti. Il ragazzo, dopo aver sentito parecchie bufale arrivare dal palco avrebbe detto di smetterla di seminare fake news e di rispettare i morti della Shoah. Questo è bastato allo studente per essere spinto da due cinquantenni al grido: «Dove ce l’hai la siringa? Fammela vedere che ti buco!»

9 ottobre 2021: assalto al pronto soccorso, 4 feriti

Una trentina di no vax e no pass hanno fatto irruzione al Policlinico Umberto I di Roma. Dopo aver sfondato la porta d’ingresso del pronto soccorso, i manifestanti volevano “liberare” un partecipante al corteo. Ne è nata una rissa in cui quattro persone, due sanitari e due poliziotti, sono rimaste ferite.

23 ottobre 2021: poliziotto ferito al piede da un no vax

Al corteo di Milano, nel quale erano presenti anche alcuni appartenenti al gruppo neonazista Do.Ra, un 22enne è stato arrestato per aver ferito un poliziotto ad un piede. Il giovane, con precedenti penali, aveva tentato di forzare il cordone delle forze dell’ordine.

24 ottobre 2021: dottoressa picchiata da un no pass

La vittima anche questa volta è una donna: una dottoressa romana. L’aggressione nei suoi confronti è sfociata dopo che la dottoressa ha cercato di spiegare ad un gruppo di no pass, di ritorno da una manifestazione, il perché il lasciapassare verde non sarebbe una «dittatura». A quella spiegazione un manifestante l’ha colpita con una testata in faccia.

20 novembre 2021: l’infamante intolleranza no vax contro Selvaggia lucarelli

Stessa sorte per la giornalista Selvaggia Lucarelli, anche lei colpita da una testata da un manifestante no vax. La Lucarelli si era recata al Circo Massimo per raccogliere testimonianze dai presenti, quando un uomo l’ha colpita in faccia.

21 novembre 2021: aggressione a una barista, mentre un altro le mostra il pene

Il bollettino delle aggressioni continua, stavolta ai danni di una barista nelle vicinanze del Circo Massimo. Anche in questo caso Isabella Massaccesi è stata aggredita verbalmente da una no vax, dopo che la titolare ha chiesto il green pass a quest’ultima. Sempre in questo episodio, un no pass ha mostrato i genitali alla proprietaria del bar.

Please follow and like us:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: