Crea sito

Grazie James, padre del debunking

Grazie James, padre del debunking

Si è spento all’età di 92 anni James Randi, il padre del debunking. Da sempre in prima linea nel contrastare le pseudoscienze e gli imbonitori.

«Morto un papa se ne fa n’antro». Quando volte abbiamo sentito questo detto romano? Tuttavia, come per moltissimi altri casi, non è sempre così. Non è detto che si riesca sempre a rimpiazzare un predecessore degno di istinto, intelligenza e coraggio. Questo è il caso di James Randi, conosciuto al grande pubblico come “the amazing Randi” per via delle mirabolanti imprese compiute nel combattere i ciarlatani. Gli stessi che propinavano e tutt’ora propinano mala informazione, traendo in alcuni casi dei cospicui guadagni da chi abbocca. Accusato dagli parapsicologi come offensivo e arrogante, a causa del suo carattere polemico e spesso impaziente, ci sentiamo di definire James Randi come “il padre del debunking“.

James Randi padre del dubunking

James randi padre debunking
James Randi

Quando il giovane James iniziò ad appassionarsi alla demistificazione delle affermazioni antiscientifiche, leggende metropolitane e cialtronaggini varie era giovanissimo. In quell’epoca non c’erano i social ne tanto meno internet. All’epoca i furbetti si chiamavano «imbonitori» e non venditori di fuffa. Le cose o le sapevi o dovevi sperare che la libreria di casa fosse fornita di un’enciclopedia aggiornata. Oggi è tutto più semplice: basta un semplice click e siamo tutti avvocati, ingegneri o medici.

Fu grazie a un incidente in bicicletta il quale lo costrinse a letto per alcuni mesi, se James si appassionò al debunking. E fu proprio grazie a un libro sulla magia e l’illusionismo che iniziò a porsi delle domande in merito. Il suo interesse divenne talmente tanto che diventò prestigiatore. Lo diventò più che altro per comprenderne i trucchi che per sbalordire gli altri, così da poter contrastare chi diceva di avere dei poteri soprannaturali.

La sfida

James era talmente sicuro di non avere mai incontrato una persona dotata di poteri divini o ultra terreni — come molti facevano credere —, che per dimostrare la cialtroneria di questi personaggi indisse persino una sfida. La regola era semplice: avrebbe dato un milione di dollari a chi, davanti a lui, avrebbe fatto qualcosa di assolutamente straordinario. Mise solo una clausola, ovvero che nessuno dei contendenti doveva rischiare la morte o il ferimento durante la sfida.

In memoria

In questo articolo non vogliamo raccontare tutta la sua vita professionale, non è una biografia tanto meno un coccodrillo. Come in una stazione stiamo salutando chi è appena partito, augurandogli «buon viaggio». Per descrivere la caparbietà di James Randi sicuramente faremo un articolo dedicato alle grandi battaglie di debunking sostenute da lui contro alcuni impostori, i quali più volte lo coinvolsero in dispute legali.

Quello che tutta la redazione vuole fare, per il momento, è omaggiare un uomo che grazie al suo coraggio, alla sua ostinazione e intelligenza ha demistificato parecchi trucchi fatti da cialtroni. Ci sentiamo di ringraziarti James, forse apparendoti patetici, ma è quello che proviamo per te e per il tuo grande lavoro. Grazie.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: