Assassinio Kennedy e la misteriosa Babushka Lady

Chi è la donna che compare in tante foto e filmati dell’assassinio di Kennedy? La misteriosa Babushka Lady ha eluso tutte le ricerche per quasi sessant’anni

L’assassinio di John Fitzgerald Kennedy, trentacinquesimo presidente degli Stati Uniti, avviene a Dallas alle 12.30 del 23 novembre 1963. Il suo autore è ufficialmente identificato nel magazziniere Lee Harvey Oswald. Nel corso degli anni molte teorie complottistiche sono circolate attorno a questo evento. Una delle più famose è quella di una donna misteriosa, la cosiddetta Babushka Lady.

La tragedia di Dallas

La visita del presidente Kennedy nella metropoli texana è un evento straordinario, e moltissime persone si trovano lungo il tragitto del corteo presidenziale con macchine fotografiche o cineprese per immortalare l’avvenimento.

Nelle ore e nei giorni successivi all’assassinio, la gran parte di chi riprese il passaggio del presidente consegna i propri rullini fotografici e i propri filmati alle forze dell’ordine. Saranno importanti per ricostruire esattamente ciò che è successo.

Il filmato più famoso è sicuramente quello girato da Abraham Zapruder, imprenditore di Dallas, che è possibile vedere qui in versione stabilizzata (attenzione: le immagini possono risultare impressionanti).

Chi è la misteriosa Babushka Lady?

Quando gli investigatori sviluppano le foto e i filmati, a colpirli sono le immagini di una donna. Si tratta di una signora robusta per alcuni ritenuta misteriosa, apparentemente di mezza età e con un foulard in testa il quale le ha fatto avere il soprannome di Babushka Lady: babushka in russo significa “nonna”, visto che ricorda la tipica acconciatura tradizionale delle anziane donne russe.

In alcune foto la donna sembra tenere in mano una macchina fotografica o una cinepresa davanti al volto. Il punto in cui si trova sembra ottimo per riprendere chiaramente il momento dell’assassinio.

la misteriosa Babushka Lady
L’immagine dal filmato di Muchmore

L’immagine migliore della misteriosa Babushka Lady proviene da un film girato da una spettatrice del corteo, Marie Muchmore: sfortunatamente è ripresa di spalle, non permettendo una chiara identificazione.

Anche il comportamento della Babushka è intrigante. Le prove fotografiche mostrano che invece di scappare come facevano tutti, la donna ha continuato a filmare, allontanandosi poi tranquillamente dal luogo dell’attentato.

Cominciano le ricerche

Gli inquirenti sono ansiosi di trovarla. Le sue foto o i suoi filmati probabilmente sono tra i più importanti per le indagini. La donna però non si è mai fatta avanti e nessuno ha dichiarato di conoscerla. Qualche tempo dopo un fotografo di Dallas riferisce agli agenti dell’FBI di aver sviluppato una singola diapositiva portata da una donna somigliante alla sconosciuta. Lui non ce l’ha più, ma dalla sua descrizione sembra effettivamente scattata dal punto in cui la donna si trovava. Le tracce della misteriosa Babushka Lady arrivano quindi ad un vicolo cieco.

«Sono io la misteriosa Babushka Lady», realtà o mitomania?

Nel 1970 una certa Beverly Oliver racconta a J. Gary Shaw, autore di diversi libri sulla cospirazione riguardo l’assassinio di Kennedy, di essere la misteriosa Babushka Lady. Oliver afferma di aver girato un filmato con una cinepresa Yashica Super8. In seguito lo ha consegnato, non ancora sviluppato, a due uomini che si sono identificati come agenti dell’FBI. I due non le hanno dato nessuna ricevuta, assicurando che le avrebbero restituito il film entro dieci giorni, cosa che poi non è mai avvenuta.

Oliver ribadisce le sue affermazioni nel documentario inglese del 1988 “The Men who killed Kennedy”. Non riesce però a dimostrare con certezza di essersi trovata sul posto quel giorno. Quando le fanno presente che la Yashica Super8 è stata prodotta solamente nel 1969, cambia versione. Dice che si trattava di un “prototipo sperimentale” ricevuto da un amico non identificato.

Pochi istanti dopo l’uccisione del presidente americano J.F.K.

Inoltre, i vari testimoni che si trovavano accanto a Babushka Lady” hanno affermato di non aver visto Oliver nelle vicinanze. Per di più le foto ritraggono chiaramente una donna di mezza età dalla corporatura robusta, mentre Oliver aveva solo diciassette anni ed era di costituzione minuta.

Un mistero che dura da quasi sessant’anni

Se, come sembra, la misteriosa Babushka Lady non è Oliver, perché questa donna enigmatica non si è mai fatta avanti? Cosa ha da nascondere? Potrebbe essere, come suggerisce una teoria, che l’oggetto che la donna teneva in mano non fosse una macchina fotografica, ma un binocolo? In questo caso potrebbe non essersi accorta che le forze dell’ordine la stavano cercando. Ormai le immagini sgranate della Babushka Lady rimarranno uno dei tanti enigmi nel pomeriggio più tragico di Dallas.

Please follow and like us:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: