Crea sito

Rosario Marcianò: la fine di un complottista

Rosario Marcianò: la fine di un complottista

Rosario Marcianò, personaggio di spicco nel mondo complottista, per continuare le sue ultime battaglie contro il sistema ha iniziato a vendere prodotti sul web

Era inevitabile che prima o poi il vecchio complottismo — come quello delle chemtrails, della lotta alla Monsanto o all’ HAARP — si sarebbe estinto. Era solo questione di tempo. Chi prima prometteva battaglie senza esclusione di colpi contro i poteri forti, le multinazionali e il temuto New World Order, oggi posta qualche opaco post nel tentativo di non essere dimenticato. Chi ricercava «la vera verità», facendo diventare virale la parola “false flag” tra attentati e catastrofi, ora guarda la meteora che lo ha estinto senza capire cosa sia successo.

Possiamo anche ammetterlo senza vergogna che ci eravamo in parte affezionati ad alcuni di quei complotti desueti. Con questi vecchi intrighi però anche personaggi di spicco nel mondo complottista, come Rosario Marcianò, si sono diluiti perdendo efficacia. Anche lui, come molti altri, da cacciatore di scie chimiche è divenuto il “cacciato”. Vittima della rapidità con cui sono cambiati i complotti, lasciando seduti sulle macerie di un cospirazionismo stantio chi non è nato nella net generation.

Cambia l’era complottista

Erano altri tempi. Quelli in cui bastava starsene comodamente sul proprio terrazzino, armati di termoscanner per misurare la temperatura delle scie di condensazione degli aerei in volo. Con un po’ di fantasia si poteva addirittura pensare di utilizzare un drone per affiancarlo ai motori di un Boeing, lanciato a 800 km orari e a 10 mila metri di quota, al fine di “catturare” eventuali sostanze responsabili del Morgellons. Adesso invece i tempi sono cambiati. Molti complotti si sono affilati penetrando nella memoria di migliaia di vittime, facendo diventare tutto dannatamente più spietato.

Quasi certamente sono stati questi nuovi guru dell’era complottista 2,0 ad aver bannato Rosario Marcianò. Spodestato dal suo ruolo di Big Kahuna, i novizi della malafede lo hanno fatto sentire fuori tempo, obbligandolo a correre ai ripari, improvvisandosi venditore di lampade sul Web. Dopotutto si sa che le guerrillas costano care. Soprattutto quelle combattute in passato. Per di più se si ha nel fardello anche delle vicende giudiziarie aperte.

rosario marcianò complottista

Oltre alle spese legali c’è anche da mantenere in buona condizione gli attrezzi di lavoro tra cui il terrazzo, diventato negli anni una specie di Fight Club. Un avamposto della rivolta in cui negare con un lenzuolo l’esistenza del Covid. Tuttavia non c’è nulla di male nel riadattarsi online, sia ben inteso: in fin dei conti fa meno male una abat-jour della cattiva fede, come affermare che Valeria Solesin sia ancora viva e i genitori siano degli attori pagati dal Governo.

Rosario Marcianò, cambia strategia di marketing

Da quanto si apprende dai quotidiani e dai video pubblicati dello stesso Marcianò, le sue vicende giudiziarie si sono notevolmente aggravate. Pare — a detta sua che rischi pure il carcere. Quindi stando alla logica del detto: “L’inverno è lungo e la legna serve”, e a quanto lui stesso ha affermato, presumiamo che la rivendita di lampade sia la «legna» per il «freddo inverno» delle patrie galere. Questa volta però il marketing è cambiato. Oltre alle solite richieste di donazioni per il costo delle spese legali, che da tempo immemore accompagnano i suoi post, quasi volesse evitare un detestabile horror vacui, Marcianò segue una nuova strategia. Così a tutti quelli che doneranno per la causa avranno diritto a una copia in omaggio (pdf) del suo libro “La verità nascosta”. Se invece la donazione è superiore ai 60 euro si potrà avere, incluso nel pacchetto, anche un orologio da polso.

Come si può vedere nell’immagine sopra — con un profilo fake —, Rosario Marcianò posta una delle tante richieste di donazioni intestate al fratello Antonio. Purtroppo i tempi sono cambiati, come del resto i complotti. L’unico barlume di speranza che rimane acceso per Rosario Marcianò è solo quello di una lampada da comodino.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: